.

Farmaco con Ricetta
Estrumate MSD intramuscolare flacone multidose da 10 ml 5 dosi

Estrumate MSD intramuscolare flacone multidose da 10 ml 5 dosi

(0 Recensione/i)
  • Farmaco con ricetta elettronica veterinaria
  • suini
  • bovini
  • equini
Quantità DISPONIBILE

NOME DEL PRODOTTO

Estrumate MSD intramuscolare flacone multidose da 10 ml 5 dosi

INDICATO PER

Suini, Bovini, Equini

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Bovina: a) calore silente: questa condizione è particolarmente frequente nelle bovine da latte forti produttrici, che presentano cicli ovarici normali ma con manifestazioni comportamentali, tuttavia, assai poco evidenti, transitorie o addirittura assenti. Questi animali possono essere trattati solo dopo accertamento, per esplorazione rettale, dell'attività ciclica e della presenza del corpo luteo e quindi fecondati al momento dell'estro, se evidente, o comunque dopo 72 e 96 ore dal trattamento con estrumate. Qualora la bovina fosse stata trattata in assenza di corpo luteo, si rende necessaria un'altra iniezione di estrumate a distanza di 11 giorni dalla prima. b) trattamento delle cisti luteiniche: quando l'assenza di calore è causata da cisti ovariche caratterizzate dalla presenza di tessuto luteinico persistente, la somministrazione di estrumate ha dimostrato un'elevata efficacia nel trattamento della condizione patologica suddetta e nel ripristino della normale ciclicità dell'animale. c) interruzione della gravidanza: la condizione può verificarsi a causa di un'accidentale copertura di manze troppo giovani o immature. La gravidanza può essere interrotta a partire da una settimana dopo il suo instaurarsi fino al 150° giorno. Prima del 100° giorno l'aborto può essere indotto con rapidità ed efficacia mentre fra il 100° e il 150° giorno i risultati possono essere meno brillanti, perché probabilmente una certa proporzione di bovine può diventare progressivamente meno sensibile all'azione del corpo luteo ai fini del mantenimento della gravidanza. Gli animali devono essere tenuti sotto osservazione fino a che l'espulsione del feto e delle membrane placentari non sia completa. d) induzione del parto nelle bovine: a partire dal 270° giorno di gravidanza la somministrazione di estrumate induce il parto nella quasi totalità degli animali entro 30 – 60 ore dal trattamento. L'induzione del parto dovrebbe aver luogo il più vicino possibile alla data prevista per il parto spontaneo. L'induzione del parto non deve essere indotta prima del 270° giorno di gravidanza, considerato a partire dal giorno dell'inseminazione feconda. Tutti gli animali trattati devono essere tenuti in osservazione. Analogamente a quanto si verifica con tutti gli altri metodi di abbreviazione del periodo di gravidanza, può verificarsi una incidenza di ritenzione placentare più elevata della norma. e) rimozione di feto mummificato: la morte endouterina del feto può essere seguita da disidratazione e degenerazione dello stesso. L'induzione della luteolisi a qualsiasi stadio della gravidanza provoca l'espulsione del feto mummificato dall'utero alla vagina, dalla quale si può rendere necessaria la rimozione manuale. Solitamente, segue una normale ripresa dell'attività ciclica. f) endometrite cronica (piometra): lesioni all'apparato riproduttore durante il parto o ritenzioni placentari provocano di frequente infezioni e infiammazioni uterine normalmente denominate endometriti. L'endometrite acuta o sub-acuta, che si può manifestare poco tempo dopo il parto, può richiedere un trattamento antibiotico sia locale che generale. Questa condizione viene comunque denominata piometra ed è caratterizzata dall'assenza di attività ciclica estrale e dalla presenza di un corpo luteo persistente. La condizione può essere trattata con successo inducendo la regressione del corpo luteo. Se necessario, il trattamento può essere ripetuto dopo 10-14 giorni. Cavalla: a) induzione del ciclo estrale in equine vergini o sterili: alcuni animali possono presentare, all'esame ginecologico, un corpo luteo funzionante o persistente o semplicemente cicli ovarici normali con manifestazioni comportamentali poco evidenti o addirittura assenti (“calore silente”).In Tali casi è consigliabile l'induzione della luteolisi per un ritorno in calore normale. b) induzione del parto: a partire dal 320° giorno di gravidanza la somministrazione di estrumate (250-500 µg dicloprostenolo pari a 1-2 ml di prodotto) indu

POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE

Bovini: la dose, singola o ripetuta, è sempre di 2 ml (500 µg di cloprostenolo), esclusivamente per via i.m. Equini di piccola taglia (ponies e asine): la dose è di 0,5-1 ml (125-250 µg di cloprostenolo), esclusivamente per via i.m. Equini di taglia grande: la dose è di 2 ml (500 µg di cloprostenolo), esclusivamente per via i.m. Suini: la dose consigliata è di 0,7 ml (175 µg di cloprostenolo), somministrati in dose singola. Il cloprostenolo va somministrato a scrofe e scrofette mediante iniezione intramuscolare profonda (i.m.) usando preferibilmente un ago da 1,5 pollici. Somministrare il prodotto per via intramuscolare, osservando le normali regole di asepsi, per ridurre il rischio di infezioni anaerobiche. Pulire e disinfettare il sito d'iniezione prima della somministrazione. Evitare la somministrazione attraverso aree cutanee bagnate o sporche.

CONTROINDICAZIONI

Non somministrare estrumate a bovini o equini gravidi a meno che non si voglia indurre il parto o l'aborto terapeutico, in quanto la luteolisi potrebbe provocare la perdita del feto. Non usare in animali in casi di parto distocico, in caso di posizione anormale del feto o di ostruzione meccanica. Evitare l'induzione del parto troppo precoce nella scrofa pluripara e primipara. Un anticipo di oltre due giorni sulla durata media di gestazione aziendale può determinare aumenti di natimortalità dei suinetti. Non somministrare ad animali con ipersensibilità nota al principio attivo o a uno degli eccipienti.

ECCIPIENTI

Alcol benzilico (e1519) 20,0 mg.

MSD
100140021

Scheda tecnica

NOME AZIENDA
MSD
GRUPPO TERAPEUTICO
Stimolatori dell'estro
PRINCIPIO ATTIVO
Cloprostenolo sale sodico
FORMA FARMACEUTICA
Fiala
TIPOLOGIA
Farmaco con Ricetta
CODICE AIC
100140021
CODICE ARTICOLO
02452308

Riferimenti Specifici

Nuovo prodotto

Potrebbe interessarti anche...