You are currently viewing Pandemia in Europa da Herpes Virus equino EHV-1 e EHV-4 nei Cavalli.

Pandemia in Europa da Herpes Virus equino EHV-1 e EHV-4 nei Cavalli.

Cerchiamo di capire cosa sta succedendo in Europa e perchè tutte le scuderie e gli allevatori italiani sono allarmati da questo nuova minaccia causata dall’ Herpes virus equino, ne parla il Dottor. Giorgio Rao, farmacista della Rao farmaceutici.

Giorgio Rao edited

Cosa sta succedendo in questo momento?

Nelle ultime settimane l’Herpes virus equino che provoca la Rinopolmonite, si è diffuso in maniera esponenziale, nelle sue varianti EHV-1 e EHV-4, in particolare nei paesi del nord Europa, ma è arrivato in pochissimo tempo anche in Italia.

Ad aggravare ancora di più questa emergenza è il fatto che ci sia una carenza di vaccini contro il virus, le poche dosi disponibili che verranno distribuite in tutto il territorio italiano non basteranno a soddisfare la grande domanda nel momento, si spera di avere quanto prima le dosi sufficienti per proteggere i cavalli e aiutare proprietari e scuderie, soprattutto in virtu’ del fatto che andiamo incontro alla stagione delle competizioni e diverse fonti ci dicono che si dovrà avere un ”passaporto vaccinale” per poter prendere parte ad esse.

Cos’è il virus dell’herpes equino e cosa provoca?

cavalli herpes virus

I virus dell’herpes equino è una malattia contagiosa che colpisce i cavalli. Sebbene esistano nove ceppi del virus, il virus dell’herpes equino-1 chiamato anche EHV-1 e il virus dell’herpes equino-4 detto EHV-4 sono quelli più diffusi.

I Virus EHV-1 e EHV-4 fanno parte della famiglia degli Herpes virus che provocano la Rinopolmonite, una patologia respiratoria, che provoca nei cavalli colpiti aumento della temperatura corporea, presenza di scolo dal naso, tosse ed atassia, aborto nelle cavalle gravide e anche i puledri sono a rischio, i cavalli possono anche morire a causa di questa infezione.

Come si trasmette la malattia?

Il Virus può essere trasferito attraverso l’aria,e trasmettersi da cavallo a cavallo anche fino a distanze di 5 metri.

I cavalli possono essere contagiati e trasmettere il virus ad altri cavalli attraverso il contatto ravvicinato, inoltre non è da sottovalutare il fatto che può essere trasmesso attraverso gli indumenti e le attrezzature usate all’interno dei locali.

Anche il trasporto dei cavalli rappresenta un rischio per la trasmissione di malattie se i mezzi di trasporto non sono opportunamente disinfettati.

Cosa bisogna fare?

I cavalli che mostrano i primi segni della malattia da Herpes Virus equino devono essere isolati ed visitati da un veterinario di fiducia.

Solitamente i segni clinici si osservano spesso entro circa 10 giorni dal contatto con il virus. Sarò cura del veterinario prelevare i tamponi rinofaringei e campioni di sangue per far eseguire delle analisi per confermare la diagnosi. A livello precauzionale i cavalli che potenzialmente possono essere stati in contatto con il cavallo malato devono essere identificati, isolati ed effettuare le analisi per verificare la presenza del virus.

Il consiglio che mi sento di dare è quelli di limitare il più possibile i movimenti all’interno delle scuderie per ridurre al minimo il rischio di contagio e vaccinare i cavalli prima possibile.

Lascia un commento