You are currently viewing Quattro tipi di dermatite nel cane: cause scatenanti, sintomi e cure.

Quattro tipi di dermatite nel cane: cause scatenanti, sintomi e cure.

La dermatite nel cane è una patologia infiammatoria di frequente diffusione e dalle molteplici cause scatenanti. Tra queste vi sono spesso allergie alimentari, aggressioni di parassiti, esposizione ad agenti irritanti, stress, squilibri ormonali.

La dermatite è spesso associata ad altre patologie, siano esse di lieve, moderata o grave entità. La sintomatologia associata è solitamente specifica e consiste in forte prurito, irritazione ed arrossamento della cute.

Il cane affetto da dermatite tenderà a grattarsi e a leccarsi per alleviare il prurito nelle aree che vengono maggiormente colpite da dermatite: l’addome, le zampe e le orecchie. La zona interessata potrà nel tempo, essere affetta da desquamazione, formazione di pustole e vescicole. Inoltre, a lungo andare, in queste aree il pelo tenderà a cadere.

Nei casi più gravi in cui la dermatite nel cane non viene curata in modo tempestivo ed appropriato, il prurito sarà sempre più intenso ed il cane tenderà a leccarsi costantemente, fino a provocarsi piaghe, ulcere e infezioni da leccamento: un buon antibatterico è sempre utile in questi casi.

Riconoscere i sintomi di una dermatite del cane è fondamentale per accertare la patologia e curarla efficacemente.

Tipi di dermatite nel cane

La dermatite nel cane è solitamente riconducibile a fattori ben determinati che la classificano come allergica, atopica, da stress e fungina. Ciò in conseguenza del fatto che all’origine della patologia cutanea ce sia un’altra: un’allergia o intolleranza alimentare; l’eposizione ad allergeni e la predisposizione genetica, lo stress dovuto a cambiamenti o a separazioni, l’esposizione ad agenti parassitari fugini. In ognuno di questi casi i sintomi possono essere molto simili tra loro, ma è fondamentale riconoscere le cause scatenanti della malattia.

Come curare la dermatite nel cane?

Per stabilire quale sia la terapia più idonea a trattare e risolvere la dermatite, il medico veterinario dovrà acclararne le cause scatenanti e trattarle adeguatamente con specifici farmaci. Non c’è, dunque, una sola cura possibile o applicabile a tutti i soggetti. E’ certamente importante non attendere e rivolgersi subito al medico, per scongiurare l’insorgenza di infezioni batteriche secondarie.

La dermatite allergica

La dermatite nel cane è definita “allergica” quando è dovuta alla reazione del sistema immunitario nei confronti di una sostanza con cui il cane viene a contatto e che esso reputa nociva.

Questo genere di dermatite è spesso dovuta ad intolleranze alimentari, punture di insetti, reazione a farmaci, presenza di parassiti.

La sintomatologia comprende, in questo caso, il prurito intenso e la formazione di eczemi e lacerazioni, la perdita di pelo ed un comportamento particolarmente nervoso dell’animale, che in alcuni casi potrebbe mostrare aggressività.

Per accertare le cause della dermatite allergica sarà necessario rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, il quale procederà ad una visita approfondita e, una volta stabilita la patologia connessa, procederà ad indicare i farmaci da utilizzare ed a fornire le eventuali relative prescrizioni. Nel caso in cui la dermatite fosse dovuta ad intolleranze alimentari, il cane sarà sottoposto ad un regime alimentare volto ad escludere l’alimento non tollerato. Allo stesso modo, la presenza di parassiti che provocano la dermatite nel cane, determinerà l’uso di antiparassitari e farmaci per la cura della dermatite.

La dermatite atopica

Per dermatite “atopica” si intende una patologia infiammatoria cronica che colpisce spesso i nostri animali domestici: è molto frequente sia nel cane sia nel gatto ed è spesso attribuibile ad una predisposizione genetica ed ereditaria ed all’esposizione ad agenti allergeni ambientali.

Il cane affetto da dermatite atopica soffre di intenso prurito soprattutto nelle aree del muso, delle ascelle, delle orecchie, dell’addome. Ad accompagnare il prurito intenso, spesso sono congiuntivite, cattivo odore del pelo, rinite allergica, asma.

Anche in questo caso, il cane tenderà a grattarsi spasmodicamente fino a mordicchiare l’area coinvolta dalla dermatite. A seguito di ciò, non è raro che la cute si laceri e che le aree colpite vengano colonizzate da microrganismi e batteri che causano ulteriori processi infiammatori.

Seppure la malattia sia cronica e come tale affliggerà il cane per tutta la sua vita, è importantissimo diagnosticarla quanto prima possibile, in modo da alleviare e tenere sotto controllo i sintomi ad essa connessi attraverso specifiche terapie.

Per accertare la patologia, il medico veterinario eseguirà una visita dermatologica ed effettuerà delle prove allergiche. Dall’esito delle prove si potrà procedere eliminando, quando possibile, gli allergeni che causano la dermatite nel cane. Nel caso in cui ciò non fosse possibile, si potrebbe decidere di sottoporre il cane ad immunoterapia oppure di trattare esclusivamente i sintomi.

L’immunoterapia prevede l’inoculazione di dosi degli allergeni a cui il cane è ipersensibile ed ha come fine ultimo quello di desensibilizzare l’animale.

La terapia sintomatica prevede l’assunzione di farmaci sistemici volti a trattare l’infiammazione ed il prurito. Generalmente i farmaci utilizzati sono a base di glucocorticoidi, ciclosporina, oclacitinib, lokivetmab.

La dermatite da stress

La dermatite nel cane può essere, infine, causata da fattori psicologici che generano ansia e stress nell’animale e lo inducono a leccare aree del suo corpo al fine di alleviare la tensione. Nella realtà in questo modo non fa altro che peggiorare le sue condizioni, inducendosi ferite da leccamento che si trasformano facilmente in piaghe.

Fattori quali il cambiamento dello stile di vita, un trasloco, l’arrivo di un altro animale domestico, la mancanza di uno dei membri della “famiglia umana” generano fortissime alterazioni dello stato psicologico del cane. La dermatite da stress è molto frequente negli cani che soffrono anche di ansia da distacco e, in queste situazioni, se non adeguatamente curata può portare a gravi conseguenze. Il cane, infatti, inizia a leccarsi compulsivamente fino a procurarsi delle ferite profonde che saranno continuamente umide ed esposte ad infezioni.

In questo caso il veterinario non soltanto fornirà una terapia per trattare i sintomi, ma cercherà di capire cosa possa aver scatenato la condizione di stress nel cane e come intervenire per ripristinare lo stato di benessere psicologico. Spesso, nei casi che lo richiedono, il cane avrà necessità di intraprendere un percorso rieducativo con un comportamentalista cinofilo.

Ulteriori cause di dermatite da stress sono le patologie di origine ormonale, prime tra tutte quelle di natura endocrina. Le endocrinopatie, se non curate, generano squilibri ormonali che hanno conseguenze anche sull’equilibrio psicologico oltre che su quello meramente fisico, generando stress e forti tensioni.

La dermatite da funghi

Quando provocata da parassiti appartenenti alla famiglia dei fughi, la dermatite si definisce “di origine fungina”. Alcuni funghi, come la Malassezia, sono naturalmente presenti nella cute del cane ma la loro sovrabbondanza li rende patogeni e da luogo a dermatiti o otiti. In questi casi, il veterinario prescriverà farmaci specifici da coadiuvare a trattamenti quali detergenti e shampoo.

Dermatite nel cane: i rimedi naturali e i rimedi casalinghi.

E’ frequente che i proprietari dei cani affetti da dermatite preferiscano ricorrere a rimedi casalinghi per “curare” il loro amico a quattro zampe. Sebbene i rimedi naturali quali i decotti di camomilla, malva, calendula o le creme a base di gel di aloe possano effettivamente alleviare il prurito e fungere da antibatterici, non è consigliabile limitarsi a questo tipo di “terapia”: se non si cura la causa scatenante in maniera efficace e col la guida di un professionista qualificato, la dermatite tenderà a non guarire e, soprattutto, a tornare in forma sempre più aggressiva, in quanto non si tratterà di una patologia adeguatamente trattata fin dall’inizio.

Prima di utilizzare qualsiasi farmaco per i vostri amici animali, ricordate di rivolgervi al vostro medico veterinario o al vostro farmacista di fiducia, per assicurarvi che il prodotto sia adatto al vostro animale ed il dosaggio sia coretto.

I nostri farmacisti sono sempre disponibili per consigliarvi il miglior prodotto per le vostre esigenze, potete contattarli tramite WhatsApp o compilando il modulo di contatto.

Questo articolo ha 2 commenti.

Lascia un commento