Animale domestico per bambini: 5 razze tra cui scegliere.

unnamed
Animale domestico per bambini

Tutti i bambini sognano fin da piccolissimi di poter avere un animale domestico con cui trascorrere il loro tempo, con cui fare amicizia e passare la loro vita. In genere le richieste sono le più disparate: dai cavalli, ai maialini, ai delfini… ai dinosauri per i più fantasiosi!

Spesso i suggerimenti arrivano dalla fantasia o dalle storie che vengono loro raccontate, ma la costante è sempre la stessa: la richiesta di un amico animale che li accompagni nella loro crescita.

Sappiamo che per i genitori è già un’ardua scelta quella di acconsentire ad adottare un cucciolo, e che ciò che lascia più perplessi è il modo in cui gestire un nuovo inquilino animale. Ecco che ci si comincia a chiedere: quale sarà l’animale domestico per bambini da prendere in considerazione?

Innanzitutto, dovrete stabilire quanto tempo potrete dedicare al nuovo animale domestico, perchè si, ve ne occuperete voi! Inoltre, ricordate che un animale domestico per bambini è un compagno di crescita e “mezzo” di acquisizione di valori quali l’amicizia, la cura, il rispetto, la disciplina, la costanza. Allora quale scegliere?

In questo articolo vi parliamo di 5 razze animali da tenere in considerazione se pensate che un animale domestico possa aiutare i vostri figli a crescere meglio. Capiremo insieme quali sono i pro e quali i contro dell’adottare ognuna di esse, così che possiate scegliere più facilmente.

kids playing pet rabbit children play real brother sister easter egg hunt white bunny little baby boy toddler girl 65377808

Il coniglio, ideale per i bambini più grandi

Un tenerissimo coniglietto è l’ideale per dei bimbi non troppo piccoli, che capiscano che un animaletto da compagnia non è un giocattolo ma un essere vivente. Questo è fondamentale in quanto il coniglio è un animale che si stressa facilmente e a cui si può involontariamente far male.

Trattandosi di un animale socievole non lo si dovrebbe tenere troppo in gabbia, ma alcontrario gli si dovrebbe lasciare l’occasione di sentirsi parte del nucleo famigliare che lo adotta.

Di contro, bisognerà star attenti a mobili e cavi elettrici che diventerebbero facilmente sue prede!

Ricordate anche che per quanto meno impegnativo rispetto ad altre specie, il coniglio necessita di cure quali la somministrazione di appositi antiparassitari per prevenire le infestazioni da parassiti o farmaci nel caso si ammalasse.

E’ un animale che morde se impaurito, ecco perchè i bambini che ne hanno uno a volte imparano a loro discapito i concetti di “delicatezza” e “rispetto dell’altro”.

Il coniglio , insomma, è un animale domestico per bambini non al di sotto dei sei anni di età e che siano già responsabilizzati, caso in cui potranno occuparsi di alimentarlo, spazzolarlo e curare l’igiene degli spazi.

4228011

Il criceto, un compagno “nottambulo”

Il criceto è un animale domestico per bambini che, come il coniglio, necessita dei suoi spazi e di cure igieniche regolari.

La salute del criceto va curata e attenzionata particolarmente in caso di malattia e, anche in assenza di particolari patologie, bisogna sottoporlo a regolari visite da parte di un veterinario esperto in roditori.

Se adotterete un criceto, inoltre, dovete sapere che cercherà di scappare dalla gabbietta e che di notte probabilmente disturberà il vostro sonno correndo sulla ruota.

Il criceto è un animale solitario, che può mordere se preso spesso o maneggiato sbadatamente.

Più che per bambini piccoli, il criceto è un animale domestico per bambini che hanno almeno 11 o 12 anni e che abbiano già imparato a dosare le proprie forze e a rispettare la libertà altrui.

1833

Il gatto, un compagno amorevole ed indipendente

Un gatto è tra gli animali più indicati per una famiglia con dei bambini anche piccoli, purchè i genitori ne sorveglino le interazioni con i propri figli.

Per loro natura, i gatti sono animali socievoli e affettuosi ma indipendenti allo stesso tempo, due importanti valori che trasmetteranno ai bimbi della loro famiglia umana.

Seppure il gatto ami il contatto con l’uomo, è un animale spesso solitario, che può esser lasciato solo durante le ore di vita fuori casa della famiglia. Ciò ne fa una specie adatta alle famiglie particolarmente occupate o a dei bambini che dedicano molto tempo allo studio o agli hobbies. E’ importante spiegare ai bambini che il gatto ha bisogno di momenti di pace e “distacco” dall’essere umano, momenti in cui non gradisce particolarmente esser preso o accarezzato.

Anche in questo caso, ricordate che si tratta di un essere vivente che, oltre ad avere un suo carattere ed una individuale socievolezza, necessita di visite veterinarie, di una appropriata alimentazione, di cure periodiche atte a liberarli dai parassiti.

83

Il pappagallo, l’amico loquace e colorato

La scelta di adottare un pappagallo può quasi prescindere dall’età del vostro bambino: che abbia 5 o 12 anni, un uccellino o un pappagallo è un animale domestico per bambini che non si aspettino un contatto diretto e costante.

Si tratta di animaletti che non amano e non sono abituati a frequenti interazioni con l’essere umano. Seppure il pappagallino parlante sia un coloratissimo amico loquace, i momenti di gioco ed il contatto sarebbero davvero ridotti. L’interazione dei i bambini sarebbe limitata alla sola provvista di acqua e cibo ed al riordino e la pulizia della gabietta.

Ricordiamo anche che si tratta di animaletti che hanno tutto il diritto di restare in libertà, piuttosto che chiusi in una piccola gabbia che limita i loro movimenti. Sebbene molti genitori siano avvezzi a preferire questo tipo di adozione per i loro figli, non si può non menzionare il fatto che rinchiudere un animaletto in gabbia sia ingiusto e rischia di trasmettere dei misvalori ai vostri figli.

Per quanto siano animali da compagnia meno impegnativi rispetto ad altre razze, vale sempre la regola del provvedere ai bisogni essenziali quali l’alimentazione specifica e le cure igieniche e mediche necessarie.

4762 1

Il cane, l’amico più fedele dell’uomo

Il cane è l’emblema del rapporto tra uomo e animale da sempre: compagno inseparabile e fedele, giocherellone con i più piccoli e protettivo verso la sua famiglia umana.

Come scegliere tra le tante razze adatte ai bambini? Innanzitutto considerate gli spazi di cui disponete e che potete metter a disposizione del vostro nuovo amico: un cane è un animale per bambini, sì, ma necessita anche dei suoi spazi “privati”.

Se disponete di pochi metri quadri per sistemare le sue cose sarà meglio che optiate per un cagnolino di piccola taglia. Se, al contrario, avete a disposizione un grande spazio verde potrete adottare un cagnone con cui i vostri figli si divertiranno a correre e saltare sul prato.

Molti genitori sono perplessi riguardo alla razza e alle future dimensioni del cucciolo che adottano perchè ritengono che un cane di taglia media o grande possa rappresentare un pericolo per i loro figli, specie se piccoli.

In realtà i cani sono in generale creature molto protettive e molto pazienti anche con i bimbi più scalmanati, sbadati o inavvertitamente “violenti”. Raramente un cane reagirà alle poco gradite attenzioni di un bambino che gli tira la coda o le orecchie, soprattutto se si tratta di un cane abituato alla presenza del bambino e ben educato e socializzato, vedi qui il nostro articolo dedicato all’educazione.

Piuttosto sarà importante che i genitori monitorino l’interazione tra i figli troppo piccoli ed il cane, assicurandosi di spiegare ai bambini che il cane è un essere vivente che va rispettato e i cui bisogni vanno ascoltati.

Insegnare ai bambini come relazionarsi correttamente con il cane vuol dire stabilire un legame unico tra i due “cuccioli”, che durerà parecchi anni e grazie al quale i figli impareranno i valori del prendersi cura di un altro essere vivente, della condivizione, dell’amicizia e della fedeltà incondizionata.

Il cane è, di contro, un animale domestico per bambini nella misura in cui la famiglia gli stia costantemente accanto e lo faccia sentire parte di essa: soffre la solitudine e la lontananza dai familiari umani e non è adatto a coloro che passano gran parte della giornata fuori casa.

Per adottare un cane bisogna sentirsi pronti ad assicurargli tutte le cure igieniche e mediche necessarie e costanti (che a volte possono essere davvero costose!) e lo spazio che merita, sia all’interno della vostra casa sia all’interno del vostro cuore!

Una volta scelto l’animale domestico per bambini che fa al caso vostro, ricordate di affidarvi ai consigli esperti di un buon veterinario e di una farmacia veterinaria, che diventeranno anch’essi dei punti di riferimento insostituibili non appena porterete in casa il nuovo compagno di crescita dei vostri figli.

Lascia un commento